“La mia isola felice …”

Ciao a tutti!

Come potete vedere, ho dedicato diversi post alla mia band preferita, parlando di tutto quello che mi hanno trasmesso ed insegnato.

Essendo un gruppo abbastanza conosciuto, molti sono i fan che li seguono sui social e che ascoltano la loro musica. Le ragioni possono essere diverse: alcuni per il loro aspetto fisico, molti (per fortuna) perché amano la loro energia, frizzantezza e il loro stile “moderno/vintage” (ci sono infatti genitori e nonni che, con la scusa dei figli o nipoti, iniziano anche loro ad ascoltare i the kolors perché fa loro ricordare la musica pop -rock-elettro funky degli anni ’80).

Ho fatto alcune domande a delle fan, chiedendo loro perché ascoltano i the kolors.

Ad esempio, alla mia domanda “Come hai conosciuto i kolors?” , Arianna Benincasa, una loro fan sfegatata, mi ha risposto : “Guardando Amici. Inizialmente non mi piacevano tanto , poi per una scommessa con mio padre, andai al primo firma copie e da lì me ne innamorai”.

Io: “Allora tuo padre era già loro fan!!”
Arianna: “No mio padre in pratica diceva che avrebbero vinto loro già dall’inizio. Poi arrivando in finale dissi: babbo facciamo una cosa se vincono mi porti a vederli domani alle porte di Napoli, se perdono non mi porti.
Poi vinsero e mio padre mi portò da loro. Ma sempre per scommessa. Poi da lì non li ho più lasciati”.
Io: “Cosa ti ha colpito di loro immediatamente? La loro frizzantezza sul palco o il loro look stravagante?”
Arianna: “Inizialmente il loro stile molto rock ma anche il modo in cui esponevano la loro musica. La prima cosa che ho guardato, proprio esteticamente al di là della musica é stato il ciuffo.😂”.
Io: “Sei d’accordo sul fatto che molte ragazze ascoltano la musica di un cantante che va in quel periodo non perché amano veramente il suo stile, ma solo perché va di moda?”
Arianna: “No, non sono d’accordo. Se ami veramente la loro musica, li segui sempre. Nella buona e nella cattiva sorte. Sono del parere che chi segue la moda é perché non ha il coraggio di seguire un unico cantante fino alla fine. Generalmente chi segue « il cantante del momento » é perché guarda la bellezza, non la musica… quindi non meritano nemmeno di vedersi la loro pubblicità per televisione”.

Ma la ragazza che mi ha colpito di più è stata Nadia, amministratrice di una fanpage su facebook.

Un pomeriggio, scorrendo nella home, ho trovato un suo messaggio, in cui scriveva perché amasse i the kolors, cosa le hanno trasmesso e perché aveva aperto la fanpage. Ma nel frattempo, raccontava una sua disavventura che la faceva stare molto male.

Queste sono le parole scritte da lei: “Questo gruppo è dedicato ai Kolors e alla loro musica ma stasera sento il bisogno di scrivere altre parole. Ho iniziato a seguire questi ragazzi per le emozioni che mi davano, ad amarli per la loro musica e non solo. Poi una notte ho fatto un sogno, un sogno che mi ha salvata e in quel sogno c’era Stash. Così sono cambiate tante cose e forse mi ero illusa di aver trovato un’isola felice. Poi, dopo vari problemi, stasera qualcuno mi dice che tante delle persone che ritenevo amiche, che facevano le amiche, non fanno altro che sparlare di me e di raccontare ogni cosa che faccio e posto nei vari gruppi compreso questo a chi forse ha chiesto informazioni. Mi sento talmente delusa da tutto ciò che vorrei realmente chiudere tutto e sparire. La gente si diverte, gode a ferire le persone sensibili senza rendersi conto del dolore che provoca. Io amo questi tre ragazzi e il fatto che alcune persone vogliano rovinare una delle poche cose belle della mia vita mi fa un male atroce. Scusate lo sfogo ma ho un nodo in gola che mi toglie il respiro. Nascere sensibili è il peggior difetto che si possa avere. Buonanotte a tutti”.

Questa ragazza è stata presa di mira solo perché ha una disabilità fisica. In questo post non c’è scritto, ma lei ha anche affermato di non essere andata ad un concerto dei kolors, dopo aver comprato i biglietti, perché minacciata di essere aggredita fisicamente. Ha pubblicato anche un video in cui affermava di voler chiudere definitivamente la fanpage poiché delle ragazze continuavano ancora a minacciarla e a mandare messaggi offensivi. Questo video è stato visto da Daniele Mona, uno dei tre componenti della band.

Diverse volte i the kolors si sono dimostrati portatori di valori nobili che, purtroppo, non tutti conoscono, come il rispetto per gli altri. 

Inoltre, si sono mostrati come difensori delle vittime di bullismo, ad esempio, nel programma intitolato per l’appunto “#maipiubullismo “. 

(link video: https://www.facebook.com/192945671092737/videos/529627517424549/)

Quindi, oltre ad essere dei professionisti in musica, lo sono anche nella vita, nei rapporti umani. E io non credo che questo sia un escamotage per aumentare la loro visibilità : non ne hanno bisogno.

D’altronde , diverse volte Stash ha dichiarato che prima o poi le persone false verranno scoperte e che, soprattutto in musica, si vede chi è sincero sin dall’inizio e chi no (parlerò di più su questo nel prossimo post, e c’è un motivo ben preciso per cui non affronto quest’argomento adesso… ma non ve lo dico! 😋).

Loro sono riusciti a dare forza a persone che, probabilmente, stavano cadendo nella depressione, nell’auto-lesionismo, nelle droghe, nell’alcool o in qualsiasi altra dipendenza per evadere dai problemi quotidiani (così si peggiora solo la situazione).

(È proprio per questo motivo che credo nella musica e nel suo immenso potere, ed è proprio per questo motivo che ce la metterò tutta per realizzare, si spera, un giorno il mio sogno più grande, forse troppo).

Chiusa questa piccola parentesi, proprio oggi, durante l’ora di educazione fisica io, insieme ad altre mie compagne di classe, abbiamo parlato dei disturbi del comportamento alimentare più frequenti : l’anoressia e la bulimia, causati anche da problemi relazionali, con conseguente perdita dell’autostima e di sicurezza in sé stessi.

Io per fortuna non ho mai avuto questi problemi, quindi non sono in grado di capirli fino in fondo, però mi sento in dovere di scrivere qualche consiglio per tutti coloro che stanno passando un brutto periodo: non chiudetevi in voi stessi, parlatene con qualcuno, anche se magari avete paura del giudizio altrui. Non minimizzate mai il problema, ma prendetelo sempre sul serio. Parlando e non tenendosi tutto dentro molto probabilmente riuscirete a trasformare il vostro problema che vi sembra grande quanto una montagna in appena una collinetta che, con l’aiuto giusto, diventerà una pianura.

Insomma, non abbiate paura di andare fino in fondo, e non pensate MAI, e dico MAI,  di non poter risolvere i vostri problemi. Anche perché, come dice sempre mia mamma, solo alla morte non c’è rimedio!

Ringrazio Nadia per avermi autorizzata a pubblicare il suo post sul mio blog e per avermi permesso di parlare brevemente con lei. Forza Nadia!

Con questo vi saluto. Una buona giornata a tutti! 

#vivereacolori #comunqueandare #sorrideresempre #everytimeyoujusttrytobearainbowinsomeonescloud  #spreadsomeloveforanyone  💖

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...