Restare con i piedi per terra e lavorare sodo, sempre! (intervista a Giuliano Vozella)

Buongiorno! Si continua con le interviste; stavolta, però, torniamo al sud. Scaldiamoci un po’ con il bel sole della Puglia (anche se il tempo ancora non lo permette…)!

Ecco a voi l’intervista a Giuliano Vozella!

1)      Iniziamo con la presentazione!

–          Mi chiamo Giuliano Vozella, ho 27 anni, sono un cantautore pugliese, ma mi sono trasferito a Milano ormai da un po’ di anni.

2)      Da quanto tempo suoni la chitarra? Inoltre, hai mai studiato canto?

–          Suono da quando avevo 10 anni. Successivamente mi sono laureato al Conservatorio, specializzandomi nello studio della chitarra jazz.

Non ho mai studiato canto, in realtà lo concepisco come parte integrante del mio strumento preferito in assoluto (la chitarra).

3)      Quando hai preso coscienza della tua passione per la musica e del fatto che volevi renderla una priorità?

–          L’ho deciso a 16 anni. Volevo abbandonare la scuola perché volevo dedicarmi unicamente allo studio della chitarra. Ma poi ho scoperto che per accedere al conservatorio avevo bisogno del diploma. Così l’ho preso in fretta senza perdere mai un anno per poi fare il test d’ammissione al conservatorio.

4)      Hai mai avuto paura di rimanere con un pugno di mosche e di restare con l’amaro in bocca per esserti dedicato solo ed esclusivamente alla musica, dato che al giorno d’oggi ci sono tantissimi talenti ed è molto difficile lavorare in questo campo?

–          No, perché la musica ha il potere di risollevarti in qualsiasi situazione.

5)      Quindi secondo te qual è l’elemento che non può mancare ad un vero artista per spiccare il volo?

–          Il non pensare di dover per forza spiccare il volo, restare con i piedi per terra e lavorare sodo, sempre.

6)      Quali sono i tuoi generi preferiti?

–          Sono il folk, blues, soul e jazz.

7)      In che modo essi hanno influenzato la tua musica?

–          Mi hanno influenzato molto nella scrittura, quindi nella stesura dei testi, ma anche (naturalmente) nella musicalità dei versi e nelle melodie delle mie canzoni.

8)      Di conseguenza, ti riconosci in un solo genere o ti consideri un artista eclettico?

–          Mi piace sperimentare e giocare con i diversi generi per creare sempre qualcosa di nuovo e fresco.

9)      Curiosando nella tua pagina youtube (https://www.youtube.com/channel/UCkym9wcgRufiNIoM27VHIFA), ho visto che hai un bel po’ di inediti, tutti scritti in inglese. Come si chiamano?

–          I titoli sono tutti nei miei cd divisi per uscita: Notes through the years (2012), Ordinary miles (2014), Learn to live (2017), Live in studio (2018).

10)   Qual è il tuo inedito preferito? Di cosa parla?

–          Non c’è un album o brano preferito, ma mi piace molto suonare live il brano “This green Garden” o “Even the rain”.

11)   Perché la scelta della lingua inglese? Da considerare che non tutti lo conoscono e lo comprendono, quindi è vero sì che è più facile dal punto di vista metrico e del sound, ma è anche vero che può essere considerato come un muro dal punto di vista della comprensione del testo e, magari, può provocare una mancanza di emozione da parte di chi dà peso alle parole. Cosa ne pensi?

–          Mi vedo molto più vicino a quel sound in questo momento, quindi mi viene spontaneo scrivere in inglese. La questione “muro” è da considerare nella testa delle persone perché in realtà chi si lascia emozionare non lascia nulla al caso ed analizza tutti gli aspetti di un brano (va oltre l’ostacolo della lingua straniera). Anzi è proprio a loro che mi piacerebbe parlare ed esprimere me stesso tramite lo strumento bellissimo che ho a disposizione, ossia la mia musica!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...