Pensare male di me, ma in fondo non sai se crederci veramente…

Buonasera!

Come potete intuire dalla foto , il tema di questo articolo sarà il disco di platino che ieri sera i The Kolors ed Elodie hanno ricevuto all’Arena di Verona. Pensare male è una canzone particolare, che ha permesso ai ragazzi di mettersi a nudo,di mettere a carte scoperte i loro sentimenti . E l’hanno fatto insieme ad un’artista strepitosa come Elodie: sexy , ma elegante , come una rosa, che hai i suoi petali e le sue spine.

Ed è proprio quando fai questo che la gente si accorge della tua genuinità e del tuo folle amore nei confronti della musica. Sono veramente contenta per loro, se lo meritano tantissimo . Sono sempre stati etichettati come la bandicciuola di turno uscita da Amici che, con quattro accordi , riusciva ad imbambolare le ragazzine e che provava a fare quattro soldi per pochi mesi di carriera. Eh sì, perché dopo un po’ sarebbero stati spazzati via da un’altra band scontata. E invece no . Mi dispiace per tutti gli haters che hanno buttato fango su di loro , ma loro ce l’hanno fatta. Non si sono mai arresi ,anche quando le cose non andavano benissimo, anche quando la stampa si è scagliata contro di loro chiamando Stash “lama” perché aveva sputato alla telecamera di Mtv. Avranno pure sbagliato ,ma è troppo semplice puntare il dito quando si è dall’altra parte dello schermo ,seduti comodamente sul divano, quando non si sanno le dinamiche che mandano avanti la macchina della musica. Loro hanno avuto il coraggio di protestare ,a modo loro, anche magari commettendo un errore e cadendo in basso; perché volevano lasciare un messaggio (tra l’altro risottolineato l’anno scorso,quando Stash è stato picchiato per difendere una ragazza) : combattere sempre per la verità.

Nonostante questo inconveniente, i Kolors hanno continuato la loro carriera. Poi l’anno scorso ,come ho appena detto , le botte ricevute da un ragazzo che pensava di fare il prepotente con la sua “femmina”. C’è chi ha pensato male e ha inventato di tutto e di più, dicendo che Stash avesse pubblicato la foto del suo occhio sanguinante solo per ricevere più like e più visibilità. Peccato che lui ,come i Kolors, non ne hanno bisogno . E questo Stash l’ha riconfermato nel momento in cui è diventato prof di Amici .

Poi il successone con “Pensare male”. Pensare male è la storia di tutti noi , che pensiamo male degli altri , perché siamo vittime di una società che guarda all’apparenza ,e che non si sofferma ad andare oltre . Perché una ragazza che si veste in maniera provocante deve essere per forza una poco di buono, perché non può essere che lei indossi vestitini corti e minigonne in pelle solo per piacere agli altri, perché non può essere che lei prima ,magari , era vittima di bullismo; magari la prendevano in giro perché era grassa ,brutta e non aveva vestiti firmati. No ,non può essere , lei si veste così perché ce l’ha nel DNA .

Altro esempio: una ragazza sta con il suo fidanzato . Un giorno il migliore amico della ragazza le chiede di uscire e la ragazza gli dice di sì . Secondo voi perché? Perché si vogliono bene ? Eh no ,perché lei è una ragazza facile e vuole tradire il suo ragazzo . Perché non è possibile che ci sia una semplice amicizia tra un ragazzo e una ragazza. Che poi è palese: si vedono pure da soli !

Ultimo esempio : se vi dicessi che c’è un ragazzo che ama la danza classica , voi cosa pensate ? Che è omosessuale! Anche se non lo conoscete ,anche se non l’avete mai visto prima . Perché se un ragazzo è gay ,si deve solo vergognare di vivere ancora . Ma dai! Lui non è normale! Se un ragazzo non ama una ragazza va contro natura, e quindi non è degno di essere accettato nella società degli esseri “normali” (1: chi è normale? 2: se tutti ci mostrassimo per quello che siamo veramente togliendoci la maschera che portiamo , con le nostre debolezze ,non so fino a che punto la società che non accetta il “diverso” potrebbe accettarci).

Non mi dite che questi esempi sono esagerati. Purtroppo siamo così impregnati di questi pregiudizi che non riusciamo a non pensare male ,a guardare non solo la punta dell’iceberg .

Questa canzone è il simbolo di una società che, grazie anche ai social network , sfoga tutta la sua rabbia, senza pietà.

Andiamo oltre i pregiudizi , oltre le apparenze ,impariamo a vedere il mondo con occhi diversi. Forse, così qualcosa potrà cambiare . Forse, così il mondo potrà migliorare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...